Raddi Canta Battisti

Lungo la via Francigena ci siamo divertiti non solo a fotografare, ma anche a stimolare il nostro compagno di viaggio “Raddi” a interpretare a modo suo alcuni classici della musica… Nel lungo tragitto e nei momenti difficili, ascoltarlo, e riascoltarlo in registrazione è stato assolutamente d’aiuto.

Un talento naturale, un cantante, un comico… ma cosa dico comico… “un”.

Ve li proporremo nelle prossime settimane in attesa del secondo nostro viaggio al momento in preparazione: da Londra a Canterbury.

Grazie Andrea!!!!

Andrea Raddi - Ritratto di Yorick Photography

Andrea Raddi lungo la via Francigena – Ritratto di Yorick Photography (tratto da Facce da Francigena)

 

In Principio…

Whan that Aprill, with his shoures soote
The droghte of March hath perced to the roote
And bathed every veyne in swich licour,
Of which vertu engendred is the flour;
Whan Zephirus eek with his sweete breeth
Inspired hath in every holt and heeth
The tendre croppes, and the yonge sonne
Hath in the Ram his halfe cours yronne,
And smale foweles maken melodye,
That slepen al the nyght with open ye
(So priketh hem Nature in hir corages);
Thanne longen folk to goon on pilgrimages
And palmeres for to seken straunge strondes
To ferne halwes, kowthe in sondry londes;
And specially from every shires ende
Of Engelond, to Caunterbury they wende,
The hooly blisful martir for to seke
That hem hath holpen, whan that they were seeke.

Traduzione:

Quando in Aprile le dolci piogge cadevano
E penetravano la siccità di marzo alla radice, e tutte
Le vene erano impregnate di umore in tale potere
Da portare al generarsi dei fiori,
Quando anche Zeffiro con il suo fiato dolce
Ha esalato aria in ogni bosco e in ogni brughiera
Sopra i teneri germogli, e il nuovo sole
Ha percorso la sua metà del cammino in Ariete,
E gli uccellini hanno fatto melodia
Che dormono tutta la notte con gli occhi aperti
(Così la natura li punge nei loro cuori impegnati)
Allora la gente va lontano in pellegrinaggio
E i pellegrini (vanno) lungamente alla ricerca di lontani santuari
Variamente noti, si trovano in contrade forestiere,
E specialmente, fin dalle più lontane parti
Dell’Inghilterra, loro si recano a Canterbury
Per visitare quel santo benedetto martire, che veloce
Ha dato loro il suo aiuto quando erano malati.

(Geoffrey Chaucer, The Canterbury Tales)